Scegli il Gadget Giusto

Scegli bene, che vale!

Siamo onesti: un gadget non vale l’altro! StampeGrafica è promotore, da sempre, della competenza pubblicitaria e delle buone pratiche in fase di progettazione e pianificazione delle spese promozionali.Ci piace personalizzare gadget che funzionino, a livello grafico, tecnico e comunicativo.

Consigliamo sempre, ai nostri clienti, di focalizzare l’attenzione sul target dei propri clienti e sulla finalità comunicativa dell’oggetto. Prima di tutto, chiaramente, dobbiamo avere un’idea molto definita dei valori che l’azienda vuole trasmettere. Fatto tutto ciò, non resta altro che individuare la categoria di gadget più adatta ai nostri scopi e scegliere il prodotto che più facilmente possa soddisfare raggiungere gli obiettivi precedentemente individuati. Se invece si tratta di un evento consigliamo sempre di aggiungere, ai requisiti già elencati, la semplicità di utilizzo e la funzionalità specifica per quel determinato evento.

Hai mai pensato quanti messaggi trasmette un gadget?

Strategia.png

Oppure ti sei sempre fermato alla semplice “prassi” dell’acquisto e della conseguente consegna di un prodotto personalizzato con il tuo logo? Forse la tua esperienza ti porta a riflettere soltanto sulla tua storia, sul rapporto che hai tu, personalmente, con il gadget aziendale, ma noi ne abbiamo viste veramente tante e ci viene da pensare che forse, la maggior parte delle imprese (soprattutto le piccole), non  hanno ancora chiaro il senso intimo del gadget promozionale.

Allora voglio darti una dritta, uno spunto di riflessione, una domanda che dovrebbe farti pensare: se dietro un gadget ci fossero messaggi molto più grandi di quanto tu possa immaginare e se quei messaggi fossero determinanti per l’immagine che credi della tua azienda?di tutti i colori e ci viene da pensare che forse, la maggior parte delle imprese (soprattutto le piccole), non  hanno ancora chiaro il senso intimo del gadget promozionale.

Informazioni che dovrebbero farti riflettere

Vorrei partire da qui, dai numeri! Te l’ho detto, spesso la nostra piccola esperienza ci porta non prendere sul serio elementi del Marketing che invece avrebbero grandi potenzialità e soprattutto, che in caso di cattiva gestione, rischiano di portare risultati contrari a quelli desiderati. Leggi queste informazioni che oggi vorrei consegnarti e poi…parliamone!

I dati di seguito elencati sono ricavati da una ricerca molto ampia effettuata da PPAI (Promotional Product Association International) e da “Get in touch nel 2018".

  • l 45% delle persone possiede un gadget promozionale
  • Il 76% delle persone ricorda bene il nome di un’azienda che gli ha regalato un gadget
  • Il gadget personalizzato che dura più a lungo è l’ombrello
  • Le persone apprezzano più l’utilità che altre caratteristiche dell’oggetto
  • Il 63% delle persone che posseggono un gadget promozionale afferma di dare in prestito quell’oggetto al altri. Questo comportamento assicura un’efficacia ancor maggiore del messaggio.
  • Il gadget personalizzato è considerato lo strumento di promozione più importante dagli utenti intervistati, quello che più di ogni altro invita ad un secondo contatto con l’azienda.
  • Il 35% delle imprese (mediamente quelle più grandi) utilizza il gadget per lanciare costantemente messaggi sul proprio Brand
  • Il 75% degli intervistati afferma di utilizzare almeno una volta ogni 7 giorni un gadget (in base alla propria utilità)
  • I gadget più utili sono quelli per uso personale. In ordine, per luoghi di utilizzo, troviamo: Uso personale, Cucina, Automobile, Ufficio, Bagno. Molto simile la percentuale di risposte tra uomo e donna ad esclusione del bagno e della cucina che sono luoghi nei quali il maggior utilizzo è attribuito alle donne.
  • Il 79% degli intervistati afferma che sarebbe intenzionato a ricontattare l’azienda che gli ha donato il gadget. Per le donne la percentuale arriva addirittura all’87%

Ricapitoliamo

PRIMO CONSIGLIO: Il Gadget deve essere inserito in una strategia di Marketing

Alcuni oggetti sono standard e diffusi: penne, accendini, calendari, agende... tu, insieme al tuo fornitore, cerca di scegliere un gadget che sia allineato con i valori della tua azienda e che rappresenti, in qualche modo, ciò che vuoi comunicare al mondo intero. Il Gadget non va scelto per caso!

SECONDO CONSIGLIO: Il Gadget deve parlare di te

Sai cos'è un simbolo? Immagino di si. Un Gadget, in un certo modo, è come un simbolo: un collegamento diretto, intriso di valori, tra l'oggetto e la tua immagine. Premesso ciò, se sei un'agenzia di viaggi proporrai un gadget che faccia "viaggiare" con la fantasia, se hai un centro auto allora un'auto sempre in tasca farà al caso tuo...

TERZO CONSIGLIO: Non sempre lo stesso Gadget

Proseguendo sulla logica del precedente consiglio, è evidente che se un gadget "ricorda" qualcosa di te, l'oggetto non potrà essere lo stesso per ogni evento! Il rischio più grande, molto spesso, è quello di distribuire lo stesso identico prodotto di altre migliaia di organizzazioni che propongono la stessa tipologia di eventi. A quel punto, chi si ricorderà di te? Se un gadget è di successo, solitamente genera una reazione da parte delle persone molto semplice, ma potente: "Loro sono quelli del...?". In questo caso, chiaramente, più il gadget è unico, particolare e magari anche "eccitante", più l'obiettivo è stato raggiunto!

QUARTO CONSIGLIO: Il Gadget giusto è quello giusto per i tuoi clienti

Ogni persona è unica ed irripetibile... oppure, se vogliamo fare un esempio "culturale sociologico": "l'uomo viene da Marte e la donna da Venere"...

Su due aspetti bisogna lavorare se vogliamo scegliere il gadget giusto per i nostri clienti (oltre agli altri consigli già dati e che daremo in seguito):

  1. I Valori dei nostri clienti. Li conosciamo? Il nostro target clienti è composto da giovani ribelli? Da studenti di giurisprudenza? Da neo mamme o da appassionati? Decine e decine di categorie e sotto categorie di possibili clienti...che attendono un oggetto a loro utile e che ritengono allineato ai loro valori.
  2. La categoria sociale ed economica. Ebbene si. Bisogna pensare anche a questo. Unica contestazione plausibile è: "ma io ho clienti che spendono 10 Euro e che ne spendono 1000...". Certo. Anche i nostri clienti possono rientrare in categorie sociali o di spesa diverse. Unica certezza che devi avere è che se quello specifico target acquista presso i tuoi negozi, ad esempio, orologi da 10 mila Euro non ti potrai permettere di offrire un gadget da 50 centesimi di Euro. Non tanto perchè quella persona si aspetta un regalo importante, ma perchè l'immagine della tua impresa potrebbe cambiare da quel momento in poi.

QUINTO CONSIGLIO: Utile veramente

Ricorda sempre che un gadget perfetto ha 3 utilità:

  1. Utile per te. Serve a promuovere e a far conoscere la tua azienda, quindi sceglilo seguendo i consigli che trovi in quest'articolo.
  2. Utile al Cliente per conoscerti. Questa è la sfumatura più sensibile, meno riconosciuta e potenzialmente dannosa, se la si usa male. Ebbene, anche solo guardando il tuo logo o i tuoi colori di Brand, una persona può ricevere un'informazione chiara nella sua testa: esiste un'azienda con questo nome. Ricorda sempre che tanti passaggi pubblicitari, mediamente oltre 7, sono necessari per far ricordare, al nostro cervello, un logo nel momento in cui questo si ripresenterà.
  3. Utile a chi lo riceve nella vita di tutti i giorni. Come già accennato, tra le caratteristiche fondamentale di un gadget, non può mancare l'utilità quotidiana dell'oggetto stesso. Banalmente, se mi regali qualcosa che non uso, tenderò a gettarla o riporla in qualche angolo nascosto dei miei spazi vitali, se invece quell'oggetto mi serve o mi fa comodo... allora l'avrò spesso davanti ai miei occhi.

SESTO SCONSIGLIO: Affidati alla competenza

Non è detto che tu debba saper scegliere bene un gadget adatto alle tue esigenze e perfettamente inserito nelle tue strategie Marketing aziendali. Pensare di poter fare da se ogni cosa è presuntuoso e dannoso. Noi, un consiglio, te lo diamo gratis.

ECCO COME POSSIAMO AIUTARTI. SCOPRI TUTTI I GADGET, L'ABBIGLIAMENTO E MOLTO ALTRO